L’immaginario nella scrittura di sé

L’IMMAGINARIO NELLA SCRITTURA DI SÉ
Ateliers dell’immaginario autobiografico
Edizione 2020

A cura dell’OdV Le Stelle in Tasca
Laboratorio esperienziale di scrittura autobiografica
Diretto dal Sociologo Orazio Maria Valastro

L’organizzazione di volontariato Le Stelle in Tasca, in collaborazione con la Biblioteca Comunale Centro Culturale Rosario Livatino, avvia l’edizione 2018 dell’atelier esperienziale L’immaginario nella scrittura di sé. Il laboratorio nasce dall’esigenza di esplorare ulteriormente la pratica dell’autobiografia, manifestata dai numerosi partecipanti alle attività dedicate alla narrazione e alla scrittura di sé realizzate presso la Biblioteca Comunale Centro Culturale Rosario Livatino.

L’atelier si propone di esplorare l’immaginario nella scrittura di sé per esprimere emozioni e sentimenti, narrare e scrivere di sé e della nostra relazione con gli altri e il mondo, per riabbracciare la vita nuovamente con amore.

L’atelier è strutturato in un ciclo completo di 10 incontri, suddiviso in tre moduli, e un incontro conclusivo di restituzione e presentazione dei lavori di scrittura autobiografica realizzati dai partecipanti.

L’immaginario nella scrittura di sé
1. Percorsi di lettura e ascolto sensibile di sé e dell’altro: l’immaginazione narrativa nella rappresentazione dell’esperienza umana attraverso la letteratura e la scrittura autobiografica.
2. Sintassi e grammatiche dell’immaginario: stili narrativi e rappresentazioni mito drammatiche della scrittura di sé.
3. Elaborazione e perfezionamento del progetto di scrittura: esplorazione di tecniche, diacroniche e sincroniche, di trasformazione narrativa, per sviluppare capacità creative e generative di senso.

Ateliers dell’Immaginario Autobiografico
Direzione e responsabile formazione
Orazio Maria Valastro: Sociologo, Presidente OdV Le Stelle in Tasca, Esperto in formazione autobiografica e nelle scritture relazionali di cura (Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari), Dottore di Ricerca in Sociologia (Università Paul Valéry, Montpellier).